WEB TURISM MARKETING

Questionari di gradimento per Hotels. Perchè sono così importanti?

Questionari di gradimento per Hotels. Perchè sono così importanti?
Scritto da: Luca Cannarozzo

Negli articoli di queste settimane ho approfondito alcune delle questioni legate al Cross Marketing, oggi continuo questo viaggio nelle tecniche e negli strumenti più utilizzati nel settore turistico per creare quel circuito di traffico di utenti più volte descritto nell’articolo dello scorso appuntamento.

Ho molti amici nel settore turistico, imprenditori, direttori di alberghi, gestori di attività turistiche e ogni qualvolta si parla di questionari di gradimento spesso si rivolgono a me per scoprire tecniche e consigli utili per creare un questionario che sia innanzitutto utile, ma anche funzionale, lasciando trasparire una poca attenzione a riguardo.

Difatti spesso noto una sorta di superficialità ed impreparazione riguardante l’argomento, come se i questionari di gradimento fossero unicamente una perdita di tempo per la Reception del proprio Hotel.

Dulcis in fundo in questi giorni ho scoperto strutture turistiche che non utilizzano da anni i questionari di gradimento considerandoli superati ed inutili.

 

Ma a cosa può servire un questionario di gradimento?

Nella Cross Marketing ogni strumento che quotidianamente utilizzi nella tua struttura può essere ottimizzato per molte delle attività online della tua struttura. Quando leggi ‘ottimizzazione’ faccio riferimento ad una vera e propria operazione di miglioramento di strumenti offline (come ad esempio i questionari di gradimento) per perfezionare e rendere notevolmente più efficaci le attività sul web del tuo Hotel.

Ma concretamente in cosa può servire un questionario di gradimento efficacemente ottimizzato?

a) Conoscere e scoprire il Target;

Contrariamente al giudizio che hai sempre avuto sui questionari posso dirti con certezza che sono uno strumento formidabile. Innanzitutto ti permette di conoscere realmente il profilo del tuo target come abitudini, interessi, budget oltre a scoprire cosa realmente ai tuoi clienti interessa, e cosa invece detestano. 

b) Perfezionare le attività online del tuo Hotel;

I questionari di gradimento posso aiutarti per le tue attività online in tre semplici modi:

1- Posso aiutarti a capire da dove i tuoi clienti ‘provengono’ quindi dove hanno acquistato il soggiorno, dove hanno conosciuto la tua struttura, se hanno mai visitato il sito web dell’Hotel o se il loro soggiorno è solo frutto di una coincidenza/fortuna. Di conseguenza riuscirai a capire quali sono i canali di comunicazione più efficaci, quali invece quelli da migliorare ed infine quelli da evitare.

2- Possono aiutarti a creare offerte ad hoc . Conoscendo maggiormente i tuoi clienti puoi creare offerte ‘su misura’, rendendole irresistibili per il tuo target inserendo i servizi che maggiormente cercano o che vorrebbero nel prossimo soggiorno.

3 – Facilitano la creazione di una mailing list. Inserendo un modulo d’iscrizione per la newsletter puoi facilmente creare una mailing list che ti consentirà di creare un rapporto diretto con i tuoi clienti e di creare offerte esclusive per gli iscritti.

c)  Localizzare al meglio le campagne di web advertising;

I questionari possono aiutarti a localizzare più adeguatamente le campagne di web advertising legate alla tua attività turistica. Se conosci ed utilizzi google adwords saprai bene l’importanza della geolocalizzazione, allora perchè non utilizzare i questionari per semplificarti le cose?

d) Migliorare il tuo Hotel;

Se utilizzi in maniera corretta i questionari di gradimento non solo riuscirai a conoscere più approfonditamente  il tuo target, ma saprai con esattezza in cosa e dove investire il tuo tempo e i tuoi sforzi per condurre un miglioramento complessivo del tuo Hotel.

Conclusioni

Per le motivazioni appena elencate potremmo definirei i questionari di gradimento come uno strumento altamente efficace per le tue strategie di maketing, sottovalutarli è un grave errore che non puoi assolutamente permetterti. Dunque cosa aspetti ad inserirli nella tua struttura alberghiera? Spulcia l’archivio del Blog e troverai altre risorse a riguardo, addirittura troverai un questionario di gradimento già pronto ed ottimizzato per le tuie attività, non perdertelo!

Informazioni sull'autore:

Luca Cannarozzo

Luca Cannarozzo è un Web Strategist freelance, appassionato di web ed in particolar modo del mondo Social. Nel tempo libero si dedica agli sport all'aria aperta per ossigenare gli ultimi neuroni rimasti!

2 Comments

  • Ottimo lavoro, i dati hanno un valore importante, bisogna far si che il valore si tramuti in “fatturato”. Sottolinerei a tal proposito la possibilità di incrociare i dati provenienti dai questionari a quelli recuperabili online (es. google analytics) e a quelli provenienti dall’osservazione diretta (poco misurabili ma importantissimi!)
    Saluti

    • Ciao Diego e grazie per aver letto e commentato l’articolo,
      sono completamente d’accordo con te, trasformare i valori in fatturato è fondamentale per qualunque attività turistica, e incrociare i dati è un’operazione che può sicuramente aiutarci a muoverci in questo senso.
      I questionari di gradimento, secondo me, sono un valido strumento ( se ottimizzati ad hoc ) per l’osservazione diretta del target, ma purtroppo sottovalutati con l’erronea convinzione che ormai siano stati sostituiti dai servizi offerti da siti come booking e Tripadvisor.. trascurando invece gli innumerevoli vantaggi che i questionari potrebbero offrire.

      Conosco alberghi che addirittura evitano di utilizzarli affidandosi unicamente a booking ecc ecc, è una situazione ‘familiare’ anche per te?

Lascia un commento: